L'orto in casa? Sì, lo voglio! - Biorygen

L’orto in casa? Sì, lo voglio! Coltivare le proprie verdure è rilassante ed ecologico. Vi basterà riconvertire in poche semplici mosse alcuni spazi della vostra abitazione, come il terrazzo e i davanzali

Dentro o fuori? – Se vivete in città o non disponete di un giardino, non preoccupatevi: con la giusta dose di pazienza e cura quotidiana, riuscirete comunque a dar vita al vostro orto. Il modo migliore e più pratico è quello di riconvertire il proprio terrazzo in un piccolo orto, ma in realtà è possibile coltivare erbe aromatiche e alcuni tipi di ortaggi anche tra le mura domestiche. Timo, maggiorana, basilico e rosmarino, ad esempio, crescono perfettamente in vasetti posizionati sul davanzale, così come il peperoncino. Per realizzare, invece, un vero e proprio orto sul balcone, è necessario avere a disposizione più tempo e strumenti. Dovrete scegliere i vasi (potreste riciclare contenitori in plastica o in terracotta dimenticati nelle credenze), acquistare il terriccio e le sementi. Oppure potreste costruire un cosiddetto “tavolo da orto”: vi basterà trovare un vecchio tavolo di plastica, sul quale fissare delle assi di legno in modo da suddividere lo spazio del piano in più scomparti. Un tavolo di questo tipo può essere posizionato anche in casa, selezionando la camera più luminosa.

In sintonia – Veder crescere e spuntare i vostri primi pomodori o le prime zucchine, sarà senza dubbio una soddisfazione immensa! Oltre che fonte di benessere e di relax, l’orto in casa è allo stesso tempo una scelta economica ed ecologica. Avere a disposizione le proprie verdure è un modo per mangiare, letteralmente, a km0. E per riscoprire ciò che i supermercati e la grande distribuzione organizzata ci stanno facendo dimenticare: la stagionalità. L’orto in casa permette a chi se ne prende cura di entrare in contatto con i ritmi della Natura, di imparare a rispettare e gioire della sua ciclicità e dei suoi tempi.

Un piccolo aiuto – Se tutto ciò vi sembra troppo complicato e oneroso, non arrendetevi. C’è chi ha già ideato la soluzione perfetta per voi. Prima di tutto, la Fondazione Campagna Amica della Coldiretti ha dato vita alla figura del “personal trainer” dell’orto. Si tratta di veri e propri tutor, capaci di spiegare e insegnare a chi lo desidera come avviare e mantenere un orto casalingo. Un servizio simile è offerto dal team di Susanna, fondatrice del sito www.ortoincasa.it. Assieme al suo staff, riesce a trasformare un terrazzo non solo in un orto, ma anche in un frutteto o in un giardino delle erbe aromatiche. Per chi, invece, preferisce comunque il fai-da-te, il web è ricchissimo di blog gestiti da chi, avendo il proprio orto, ama condividere questa esperienza con tutti gli utenti. Tra i tanti vi segnaliamo Orto sul terrazzo, La Magia di un piccolo orto ed Erbaviola di Grazia Cacciola, autrice del libro L’orto sul balcone. Coltivare naturale in spazi ristretti.

L’autunno sul terrazzo – A questo punto non vi resta che scegliere le vostre sementi autunnali preferite! Sta infatti per iniziare la stagione ideale per coltivare carote, cipolle, barbabietole, cavoli, cicoria, porri e radicchio. Se già vi prendete cura del vostro orto o state per crearne uno, condividete con noi la vostra esperienza…Oltre alle prelibatissime ricette elaborate con i vostri prodotti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun prodotto nel carrello.